Sony presenta la sua prima auto elettrica: Vision-S

Si chiama Vision-S la concept car elettrica con cui Sony fa il suo ingresso nel settore dell’auto. L’azienda nipponica ha svelato a sorpresa l’automobile al Ces di Las Vegas, presentandola più come una pura vetrina innovativa che come un serio competitor per le altre case automobilistiche. Potrebbe infatti non venir mai commercializzata, ma è stata fortemente voluta dal CEO Kenichiro Yoshida per mostrare l’alta tecnologia raggiunta dall’azienda nipponica.

La Vision-S è un’ammiraglia alternativa lunga quasi cinque metri (4,9 ndr) con 3 metri di passo e la trazione integrale elettrica, eppure ciò per cui ha attirato l’attenzione non è tanto la meccanica quanto l’elettronica con cui è stata allestita: tra questi 33 sensori interni ed esterni che sono legati alla guida autonoma e a funzioni di controllo avanzate. Offrirà anche la connessione 5G e, ai passeggeri, due ampi widescreen. Il software di bordo, controllato attraverso l’utilizzo dell’Intelligenza Artificiale dell’azienda e di tecnologie di telecomunicazione e cloud, garantisce un aggiornamento costante all’evoluzione delle caratteristiche.

Per quanto riguarda le specifiche tecniche, Sony fa sapere che Vision S ha due motori da 200 kW (cioè, uno per asse) che le consentono una accelerazione da fuoriserie: da 0 a cento chilometri orari impiega infatti appena 4.8 secondi. La velocità massima invece si assesta su un valore più conservativo intorno 240 km/h.

La mobilità elettrica si conferma insomma l’asset su cui un sempre maggior numero di aziende vorranno puntare nell’immediato presente, dove anche un marchio come Sony vuol dire la sua costituendo un precedente per tutti gli altri competitor.